the-curse-of-abandoned-carts-on-ecommerce-face-it-or-prevent-it | KnowBand

La maledizione dei carrelli abbandonati sull’e-commerce: affrontalo o impediscilo?

Se gestisci un’attività di e-commerce, sono sicuro che devi averne sentito parlare. Se sono sicuro di aver sentito parlare della frustrazione che finisce in una pila di vendite potenziali fallite. Sto parlando di carrelli abbandonati. I carrelli abbandonati sono un sottoprodotto di una tendenza molto antica che ha seguito il mercato eCommerce fin dall’inizio. I clienti visitano il tuo sito web, aggiungono alcuni prodotti nei loro carrelli virtuali e poi spariscono nell’aria – una cosa da ricordare, non tornano più a reclamare il loro carrello della spesa.

Dovremmo ignorarlo?

Le statistiche degli ultimi due anni mostrano che la percentuale di abbandono del carrello della spesa è aumentato in modo esponenziale fino al 70% fino alla data. Significa che su ogni visitatore 10, è un sito generale vedere 7 di loro che non sta completando il loro ordine. È una statistica troppo grande per essere ignorata, soprattutto quando è direttamente collegata alla generazione di entrate. Ora, la grande domanda – ci sono ragioni innumerevoli per perché abbandonano i loro carrelli della spesa, quindi è saggio passare il tempo cruciale per impedire che si verifichino? O dovremmo cercare i modi per affrontarli in modo da minimizzare le perdite?

Preveniscila VS Face it

Uno dei modi menzionati nelle domande precedenti funziona sullo stesso motivo. Cioè, per minimizzare le perdite e generare entrate da potenziali conversioni. Devo dire che ignorare uno dei due modi non è affatto un consiglio saggio. A / B testing e tracciamento della mappa termica fatto su vari siti web suggerisce che la maggior parte degli abbandoni del carrello si verificano a causa di alcuni errori chiave che sono comuni in tutti i siti web. Se potessimo rettificare questi errori chiave, possiamo prevenire gli abbandoni in larga misura. Qui, ho intenzione di menzionare questi punti chiave per prevenire una percentuale importante di abbandoni del carrello. Dopodiché, cercheremo i modi che puoi adottare per affrontarli dopo che alcuni abbandoni non invitati sono stati forzatamente verificati sul tuo sito. Ci sono alcune domande poste nel punto seguente, è sufficiente porsi queste domande.

  • La tua procedura di checkout è più semplice?

Chiediti: perché le persone scelgono i siti di e-commerce per fare acquisti tramite le vendite al dettaglio offline? La risposta è molto semplice; è molto facile, conveniente e rapido acquistare online piuttosto che visitare un mercato fisico, comprare cose e poi riportarle a casa. Se questo è il motivo principale per cui i siti di e-commerce sono preferiti rispetto ai mercati fisici, perché rendere più difficile per i tuoi clienti acquistare sul tuo sito? Il riferimento è sulla procedura di checkout. Facilitare la procedura di pagamento sarebbe un ottimo punto di partenza per prevenire gli abbandoni del carrello degli acquisti.

  1. Numero di pagine: Inizia con la riduzione del numero di pagine nel processo di pagamento. Per esempio, PrestaShop, OpenCart e Magento, le principali piattaforme di eCommerce hanno un processo di checkout generico in una struttura a più pagine. Ma, quando viene presentato ai moduli e alle estensioni come modulo di pagamento di una pagina, la struttura a più pagine svanisce e viene sostituita da una semplice struttura di checkout di una sola pagina. Il checkout di una pagina salverà i tuoi clienti dalla frustrazione della lunga procedura di checkout e dal frequente caricamento delle pagine. Quindi, eliminando una ragione molto basilare per la frustrazione dei clienti dal tuo sito web.
  2. Registrazione obbligatoria dell’account: Questa è un’altra tendenza eCommerce che ha dimostrato di essere uno dei principali motivi di frustrazione dei clienti. I siti Web chiedono ai visitatori di creare un account prima di poter effettuare un ordine. A volte, anche la più piccola distrazione, come compilare un modulo di registrazione, pensare a una nuova password e poi ricordarla, può essere la causa principale della frustrazione dei clienti. Uno studio dice che ai clienti non piace creare un account perché temono di ricevere e-mail spam con la forza. Così, lasciano il sito e cercano qualcuno che non chieda queste cose.

È interessante notare che anche loro lo trovano molto facilmente, perché ci sono innumerevoli siti web come il tuo e stanno cercando modi per attirare clienti come questi. La soluzione è, non chiedere la registrazione obbligatoria, renderla facoltativa, consentire il checkout degli ospiti e salvare le loro informazioni per creare automaticamente un account. Nel complesso, è sufficiente registrare l’ospite al termine del checkout.

  • Li sorprendi con il costo nascosto?

Alcuni siti di e-commerce commettono un errore molto blando nascondendo costi e condizioni aggiuntivi. Rivelano questi termini e costi nascosti proprio al momento del passaggio finale nel processo di checkout. Fidati di me, è un errore; non una piacevole sorpresa per i tuoi clienti. Sii sempre trasparente con i tuoi clienti in termini di prezzi e commissioni relative ai tuoi prodotti. Fare il spese di spedizione, tasse aggiuntive, tasse da includere e tutte le informazioni rilevanti chiare come cristallo. Rivela tutte queste informazioni nelle pagine del prodotto stesso, oppure puoi mostrarle all’inizio della procedura di checkout. Se provi a ingannare i tuoi clienti, potrebbero cadere una volta, ma non torneranno mai più a te e al tuo sito web.

  • Affrontiamo i carrelli abbandonati se sorgono in qualche modo

Le informazioni nelle sezioni fino ad ora erano tutte correlate a come è possibile evitare alcune delle principali ragioni per l’abbandono del carrello. È una dura verità che, nonostante tutti i tuoi sforzi, alcuni abbandoni del carrello non invitati si verificano e non puoi fare nulla per fermarli. Quindi, perché non affrontarli convertendo questi carrelli.

  • Ricordali

Ricorda ai clienti abbandonati che hanno lasciato qualcosa nel loro carrello quando erano online con te. Puoi farlo da invio di e-mail di promemoria. Le e-mail di promemoria sono un modo intelligente per ridurre il livello dei carrelli abbandonati che si sono già verificati sul tuo sito. Basta pensare a una cosa che devi ricordare loro; non farli arrabbiare. Non inviare messaggi come “Questa è la tua ultima chiamata per rivendicare il carrello” “sbrigati non c’è tempo” “È ora o mai più” ecc. Sii intelligente ed educato sulle e-mail di promemoria. Fai qualcosa di utile dal punto di vista del cliente.

Puoi inviare alcune offerte con le tue e-mail. Come un’esclusiva buono sconto, spedizione gratuita o supporto ecc. C’è una buona notizia per i siti Web che utilizzano la piattaforma Magento perché a Magento ha abbandonato l’estensione del carrello è disponibile che fornirà tutto l’aiuto nell’attività sopra descritta. L’estensione abbandonata Magento è in grado di catturare tutti i carrelli abbandonati nel tuo negozio insieme alle informazioni del cliente come l’e-mail, i contenuti nel carrello, il tempo di abbandono del carrello e molto altro. Questa estensione Magento utilizza le informazioni acquisite per inviare promemoria automatici ai clienti del carrello abbandonato. Le e-mail possono essere inviate manualmente dall’amministratore del sito, è possibile impostare un cron che eseguirà tutte le attività dall’acquisizione dei carrelli abbandonati all’invio dei promemoria seriali automatici con offerte o senza offerte.

Infine,

Nel complesso, è possibile sia prevenire l’abbandono del carrello della spesa sia affrontarli contemporaneamente. Estensioni come l’estensione del carrello abbandonata da Magento ti aiuteranno a combattere gli abbandoni già avvenuti, mentre i suggerimenti nelle sezioni superiori aiuteranno a prevenire una parte importante degli abbandoni.

Questo mi piaceva? Ti piaceranno anche questi

Joe Parker

We boast of the best in the industry plugins for eCommerce systems and has years of experience working with eCommerce websites. We provide best plugins for platforms like - Magento, Prestashop, OpenCart and Shopify . We also provide custom module development and customization services for the website and modules..

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *